93 anni, si innamora di un’altra e si separa dalla moglie



AREZZO. Un pensionato si è separato dalla moglie all’età di 93 anni: ha conosciuto un’altra e si è perdutamente innamorato di lei.

La consorte, 86 anni, non l’ha presa bene. Tuttavia, la signora ha dovuto rassegnarsi di fronte all’ostinatezza del compagno e ha acconsentito alla separazione:

Rivoglio la mia libertà, voglio rifarmi una vita

ha affermato l’anziano.

Inutili i tentativi dei figli della coppia di fargli cambiare idea.

Il loro padre ha conosciuto una coetanea in un circolo culturale tra un ballo e una partita a carte, qualche mese prima del lockdown.

La contesa sulla separazione, non essendo consensuale, è finita di fronte al giudice del tribunale civile.

La decisione comune di mettere fine al matrimonio è giunta dopo una lunga mediazione.

Inizialmente, le cose sembravano dover andare per le lunghe: il Covid e un problema di salute della signora avevano spinto gli avvocati a chiedere un rinvio dell’udienza.

Ma, pur di mettere fine a tutto il più velocemente possibile, l’ultranovantenne ha accettato la proposta di conciliazione formulata dal magistrato: l’ex moglie manterrà l’usufrutto della loro casa; lui dovrà lasciare l’abitazione e versarle un assegno mensile da 300 euro.

Se non cambierà idea, tra sei mesi potrà presentare richiesta di divorzio.