Adolescente non ha il coraggio di dire che è etero

R. ha 14 anni, è uno di quei ragazzi tranquilli, non tra quelli che definiresti “popolari” nella scuola. Fa parte di quella categoria di adolescenti che si notano poco e viene escluso dalle comitive perché non è abbastanza cool da portarsi in giro per svariati motivi: “Con uno così, che figura fai se devi rimorchiare una tipa”; oppure “Non è buono a giocare a pallone, ha il destro e il sinistro invertiti.”
 
Così, R. è solo, senza amici. Nota, però, questo gruppetto di ragazze molto a modo, e comincia a frullargli in testa l’idea che forse potrebbe tentare di fare amicizia con loro. Non è che sia innamorato di qualcuna di loro, ha solo l’impressione che quelle ragazze siano affabili, educate e gentili, e R. avverte il bisogno di circondarsi di queste persone positive in questo momento particolare della sua vita: l’adolescenza, quella fase delle nostre vite in cui tutto quello che fai o ti viene fatto, ti segna per la vita.
Così, un giorno R. prende il coraggio a due mani e decide di avvicinarsi. Ha paura che le sue intenzioni vengano mal interpretate, non vuole fare la figura del maniaco, allora “confessa” di essere omosessuale.
 
Passano cinque anni, e quell’amicizia è ancora l’unico punto di riferimento nella vita di R. : le ragazze non conoscono ancora il suo segreto.
R. tenta varie volte di rivelare la sua vera identità eterosessuale, soprattutto appena capisce che l’amicizia con queste ragazze sta diventando seria. Ma ha paura delle loro reazioni, e più passano gli anni più teme che la loro reazione possa essere peggiore. Come potrebbero capire davvero che la sua amicizia è vera e disinteressata?
 
Ora, però, c’è un piccolo problema. Da un paio di mesi R. esce con una ragazza e non riesce più a vivere questa doppia vita. Vorrebbe presentare la sua ragazza alle amiche ma ha paura di perderle, perché sono state e sono una pezzo fondamentale della sua vita.
 
Che cosa consigliereste voi a chi sta vivendo questa situazione?
 
  1. Dovrebbe coprire la prima bugia con una seconda, dicendo di aver cambiato gusti sessuali?
  2. Non dovrebbe dare nessuna spiegazione, ma dire solo che si è innamorato di questa ragazza e sorvolare sui dettagli?
  3. Dovrebbe raccontare la verità, scusarsi, e accettare le conseguenze?
 
Lasciate i vostri commenti e le vostre opinioni nel box qui sotto.
Scrivete a guardacheblog@guardacheblog.it se volete pubblicare la vostra storia su queste pagine (anche in forma anonima).
 
 
Leggi anche