Covid-19 lockdown… 110 giorni chiuso in aeroporto

0
Un cittadino dell’Europa orientale riesce finalmente a tornare a casa dopo aver trascorso 110 giorni in aeroporto.
Non vi sto raccontando la trama del film “The Terminal” in cui Tom Hanks recita la parte di Viktor, a cui viene negato il visto d’ingresso negli Stati Uniti.
 
Questa è la vera storia di Roman Trofinov, 36 anni, cittadino estone, ingegnere programmatore.
794738hbd68t27
Il 20 marzo Roman parte da Bangkok per continuare il suo viaggio di piacere verso le Filippine, ignorando le restrizioni locali sugli spostamenti aerei imposte, nel frattempo, dal lockdown per Covid-19, se non per medici e volontari umanitari.
2179001-1169008769
 
Pertanto, all’aeroporto internazionale di Manila non gli viene rilasciato il visto d’ingresso e non può essere messo su un volo di ritorno.
Non gli rimane altro da fare che attendere… Così dal 20 marzo al 7 giugno Roman ha dormito sulle sedie della sala partenze, ha mangiato gli snack offerti gratuitamente dal personale e si è lavato nei bagni pubblici.
Piccola curiosità: il film “The Terminal” è ispirato alla vera storia del rifugiato iraniano Mehran Karimi Nasseri a cui, in seguito al furto del suo passaporto, non è stato rilasciato il visto di ingresso ed è rimasto nel terminale fino ad agosto 2006. Sembra che il regista Steven Spielberg abbia versato 300.000 dollari all’iraniano per comprare la sua storia e portarla in scena.

Leggi anche

0