Curiosità sulla vita sessuale degli Inuit



Si sente parlare raramente degli eschimesi. Nell’immaginario collettivo questa popolazione che vive tra i ghiacci di Alaska, Groenlandia, Canada e Siberia abita esclusivamente negli igloo, ha tantissime parole per chiamare la neve e mangia solo pesce crudo (da qui l’accezione negativa del termine eschimese: gli indigeni usano il termine Inuit, che vuol dire persone).

Ad ogni modo, in questo articolo non si vuole smentire i luoghi comuni legati agli Inuit, bensì curiosare su quanto è risaputo in merito alla loro vita sessuale soprattutto tra le antiche tribù.

1. Lo scambio di mogli

Nella cultura eschimese c’è uno stretto rapporto tra gli uomini basato sulla condivisione dei beni. Gli uomini considerano i loro compagni come “fratelli” con i quali condividere non solo le provviste, ma anche le mogli.

Quando l’uomo si allontana per un lungo periodo per andare a caccia, gli amici possono fare visita a sua moglie per alleviare la sua solitudine.

2. Il bacio eschimese

Quando due persone si salutano strofinandosi il naso a vicenda, questo gesto viene chiamato “il bacio all’eschimese“.

Secondo la leggenda, gli Inuit non possono impegnarsi in un tradizionale bacio sulla bocca perchè le labbra potrebbero rimanere attaccate a causa del freddo glaciale.

Questa storia è ovviamente falsa: nell’intimità gli Inuit si baciano con la bocca come tutti gli altri. Il kunik (cioè lo sfregamento del naso) viene tradizionalmente utilizzato solo tra i membri della stessa famiglia (principalmente tra madri e figli) come segno di affetto.

3. Figli da più uomini

Rimanere incinta di un uomo diverso dal proprio marito all’interno della stessa comunità non è considerato un grosso problema.

Diversamente dallo scambio di mogli, in questo caso si tratta di una questione di sopravvivenza data la bassa densità della popolazione. Non è raro che, se una coppia non riesce ad avere figli, un’altra famiglia dia loro un bambino da crescere.

In alcune comunità si verifica un’apertura del genere anche nei confronti degli esploratori che, oltre a cibo e riparo, ricevono la possibilità di giacere con la donna di casa.

The World Is Changing for Greenland's Native Inuit People

4. Poligamia

La poligamia era comune tra gli eschimesi più ricchi. Il fatto di avere più di una moglie a cui badare testimoniava la capacità economica dell’uomo.

Con l’introduzione del cristianesimo la poligamia ha iniziato a scemare, ma non è del tutto sparita.

La poliandria non era una pratica conosciuta, tuttavia un uomo che sapeva di doversi assentare per un po’, concedeva a sua moglie la possibilità di sposare un secondo marito che la proteggesse durante la sua assenza.

5. Educazione sessuale ai bambini

Alcune tribù eschimesi insegnano ai bambini la storia “degli uccelli e delle api” con esempi pratici.

I genitori dimostrano nell’atto pratico come ci si bacia, come ci si tocca e come si gioca con il partner. Inoltre, lodano i genitali dei propri bambini fin dalla tenera età in modo da incoraggiarli ad aprirsi sull’argomento con i genitori durante il periodo adolescenziale.

6. Rapporti prematrimoniali

Gli eschimesi credono che nessun matrimonio possa avere successo senza affinità sessuale.

Per costruire questa affinità duratura, è necessario che ogni giovane abbia la propria libertà sessuale e faccia le proprie esperienze già prima del matrimonio.

7. Prostituzione

In una struttura sociale in cui il sesso non è considerato un tabù, ma uno strumento per rafforzare e unire la comunità, non esiste la prostituzione: è un bene di cui tutti dispongono.

Documentary shines spotlight on experience of LGBT Inuit | The Star

8. Omosessualità

Quando gli uomini partono per le battute di caccia, le donne trascorrono molto tempo da sole. Questa situazione non è solo propizia per le visite degli “amici”, ma rappresenta un’opportunità per attivare rapporti sessuali tra donne.

Nella lingua Inuit non esistono termini dispregiativi per indicare gli omosessuali, ma solo descrittivi: la donna lesbica è “una donna che ama un’altra donna”; una relazione lesbica si può tradurre come “due cose morbide che si sfregano l’una contro l’altra”, mentre un rapporto tra gay viene descritto come “due cose dure che si sfregano l’una contro l’altra”.

11 Weird Facts About The Sex Lives Of Remote Eskimo Tribes