Il “trucco di Cleopatra” protegge dalle malattie agli occhi

0



Oggi le donne si truccano per un fattore estetico, ma migliaia di anni fa anche gli uomini eseguivano questo “rituale”.

In Egitto, più di 4mila anni fa, nobili, regine e faraoni si contornavano gli occhi con una sostanza nera e cremosa, il kohl.

Cleopatra

Cleopatra rappresenta l’icona del trucco egiziano: la regina d’Egitto ci teneva molto alla cura del corpo.

Purificava la propria pelle con farina d’avena e si immergeva nel latte d’asina per fare il bagno. Idratava i capelli con burro di cocco e tonificava la pelle con acqua di rose.

Ma il suo make-up è il look più ricreato e sicuramente non passa inosservato.

Cleopatra (Character) - Giant Bomb

Alcuni ricercatori hanno analizzato i residui di trucco dell’antico Egitto e hanno scoperto che contiene “ossido nitrico”. Questa molecola stimola le cellule immunitarie, che aiutano a prevenire le infezioni agli occhi.

Tra gli ingredienti del trucco sono state rilevate anche tracce di sali di piombo, che si ritiene siano responsabili del potenziamento del sistema immunitario: secondo uno studio scientifico, in dosi molto basse, il piombo non uccide le cellule, ma produce l’ossido nitrico a contatto con la pelle.

Così, grazie alle sue proprietà antisettiche, il kohl nero teneva lontani germi e batteri dagli occhi.

elizabeth taylor wedding in neverland - Google Search | Elizabeth taylor cleopatra, Elizabeth taylor, Old hollywood glamour
Cleopatra interpretata da Elizabeth Taylor

Le ciglia lunghe trattenevano polvere e altre piccole particelle nocive alla salute del bulbo oculare.

L’effetto smokey serviva per proteggerli dalla forte luce del sole.

Infine, si riteneva che coloro che indossassero il trucco, ricevevano protezione divina contro il malocchio.

Che sia per una questione estetica o di superstizione o di prevenzione, ecco un semplice tutorial per eseguirlo.



0