La Difesa canadese inneggia alla diversità… con una foto di 8 militari maschi e bianchi

+1



Le istituzioni di tutto il mondo sono profondamente consapevoli dell’importanza di incrementare la diversità e l’inclusione in modo trasparente e pubblico.

Perciò questa settimana il nuovo capo di stato maggiore della difesa canadese ha rilasciato un’orgogliosa dichiarazione in merito alle forze armate del paese:

Le conversazioni sulla diversità, l’inclusione e il cambiamento culturale non sono incompatibili con la nostra sete di eccellenza operativa.

Conto sui miei dirigenti per sostenere il cambiamento culturale.

La diversità ci rende più forti, l’inclusione migliora la nostra istituzione

ha recentemente scritto su Twitter l’ ammiraglio Art McDonald.

Sfortunatamente, quel messaggio emozionante è stato in qualche modo attenuato dalla foto che ha testimoniato l’incontro, in cui si vedono otto uomini bianchi seduti intorno a un tavolo.

Una donna bianca e un altro uomo bianco sono appena visibili su uno schermo che mostra i partecipanti in videoconferenza.

Il post, inteso come un cenno agli sforzi dei militari di affrontare i propri difetti, è invece diventato virale per le ragioni opposte:

Stai parlando di diversità, nel senso di assumere uomini con diversi tipi di perdita di capelli?

ha twittato il comico Rob Gill.

Mentre le critiche e le prese in giro continuano a susseguirsi, McDonald, che ha assunto l’incarico meno di un mese fa, ha pubblicato le sue scuse:

Ho letto i vostri commenti e li prendo a cuore.

È vero: la leadership … è, e storicamente è stata, prevalentemente maschile e bianca.

Questo deve cambiare.

Dobbiamo riflettere la diversità del Canada a tutti i livelli.

Dobbiamo lavorare per eliminare il razzismo sistemico e smantellare le barriere esistenti nell’avanzamento di carriera.

Siamo in questo tipo di mentalità, ma sappiamo che c’è ancora molto lavoro da fare e ci impegniamo a farlo.

Il ministro della Difesa canadese, Harjit Sajjan, ha sottolineato:

Sebbene la leadership della difesa si stia impegnando per aumentare la diversità nei nostri ranghi, errori come questo dimostrano che esistono ancora pregiudizi involontari.



+1