Pervertiti si infiltrano in un gruppo Facebook sull’allattamento

+1



USA. Un gruppo di Facebook, creato per dare supporto alle donne che allattano, è stato chiuso a seguito di un’infiltrazione di pervertiti.

L’ex amministratrice del gruppo, che contava circa 22.500 membri, ha ammesso di aver accettato pagamenti da uomini che volevano iscriversi per guardare le foto.

Lo scandalo è venuto fuori quando una delle moderatrici del gruppo ha detto ai suoi colleghi di aver ricevuto alcuni messaggi “inquietanti”:

chiedevano di comprare il latte da me e se potevo inviare loro altre foto.

Si aspettava di sentire che gli autori di quei messaggi raccapriccianti fossero banditi dal gruppo, invece le è stato detto che gli uomini hanno pagato “bei soldi” per poter rimanere nella comunità tutta al femminile.

Con sua grande sorpresa, è stata rimossa dal team di moderazione. Così ha pubblicato su Reddit uno screenshot della sua conversazione con la moderatrice principale del gruppo.

Ascolta, quei profili pagano un bel po’ di soldi per essere nel gruppo.

Ti sarei grata se facessi un passo indietro.

Rimuoverò il tuo stato di moderatrice.

Mi spiace che non abbia funzionato.

Cassie Newcomb, ex membro del gruppo “Breastfeeding and Exclusively Pumping Support Group”, ha detto che

i pervertiti scattavano le foto pubblicate dalle mamme e le vendevano ad altri pervertiti e a siti pornografici.

Quando un utente ha suggerito che questi uomini farebbero meglio a iscriversi a una pagina dedicata sul sito OnlyFans, qualcuno ha sottolineato:

Penso che sia la mancanza di consenso che eccita questi viscidi.



+1