Presepe in Vaticano: Gesù, Giuseppe e Maria in chiave futuristica



Lo scorso venerdì 11 dicembre, il nuovo presepe è stato inaugurato in Piazza San Pietro ed è diventato immediatamente un caso internazionale.

Il presepe a Piazza San Pietro: incubo o capolavoro? – Libero Quotidiano

La bizzarra Natività presenta una serie di figure in ceramica a grandezza naturale che sembrano atterrate direttamente dallo spazio: una rivisitazione delle tradizionali icone di Gesù, Giuseppe e Maria in chiave futuristica.

DA CASTELLI A SAN PIETRO: LEUZZI, "PRESEPE E' RINASCITA, LA GIOIA DEL NATALE" | Ultime notizie di cronaca Abruzzo - AbruzzoWeb

Gli “astronauti” sono frutto di un lavoro realizzato da alcuni studenti dell’Istituto d’arte Grue di Castelli, in provincia di Teramo, che ha voluto dedicare alle sue note ceramiche il tema della grande corsa allo spazio negli anni 1965-1975.

Nativity scene from Saint Peter's Square

La linea particolarmente modernista ha attirato su di sé numerose critiche: le figure tozze e cilindriche richiamerebbero delle immagini sacre ai culti satanici.

Alcuni media hanno espresso la loro disapprovazione per il suo aspetto insolito.

Il Catholic Herald, un settimanale cattolico britannico, ha pubblicato un articolo che definisce la natività

imbarazzante.

La storica dell’arte Elizabeth Lev ha affermato che

Con questa pandemia globale ci si aspettava un segno di rinascita.

Invece, ha confuso e rattristato molte persone.

La Chiesa cattolica ha un’incredibile tradizione di bellezza, eppure, dopo un anno di difficoltà, abbiamo messo in piedi qualcosa che fa deridere Gesù.

Ma non tutti sono rimasti delusi dalla scena di quest’anno.

Lino Rulli, conduttore radiofonico di “The Catholic Guy Show”, ha twittato:

Non so cosa amo di più: l’astronauta o il tipo dei Star Wars Cantina.

Ne voglio davvero uno piccolo per casa nostra.


E voi cosa ne pensate di questo allestimento? Scrivetemi nel box commenti qui sotto.