Pubblicità TREsemmé: “I capelli africani sono crespi, secchi, opachi e danneggiati.”



La settimana scorsa sono apparse queste immagini sul sito di Clicks, rivenditore di prodotti di bellezza in Sudafrica.

South Africa outrage over racist Clicks advert for Black hair — Quartz Africa

Le immagini, ricevute dal brand americano TREsemmé che voleva pubblicizzare l’efficacia dei suoi prodotti per capelli, mettono a confronto le due fasi del “pre e post-trattamento”:

I capelli africani sono etichettati come

crespi, secchi, opachi e danneggiati

mentre i capelli caucasici sono descritti come

normali, sottili e piatti.

A causa della pubblicità denigratoria, lunedì scorso i manifestanti hanno preso d’assalto e saccheggiato alcuni negozi Clicks.

L’insensibilità del messaggio pubblicitario non ha preso in considerazione le problematiche storiche legate ai capelli africani in Sudafrica, dove sotto il governo della minoranza bianca veniva effettuato il cosiddetto “Test della matita”: lo stato decideva se un sudafricano era “nero o di razza mista” in base alla facilità con cui la matita scivolava tra i suoi capelli.

ZAPIRO SPOT ON AGAIN : southafrica

Il brand si è scusato e ha riconosciuto che, in effetti, la pubblicità promuove stereotipi razzisti sui capelli africani.

La campagna voleva celebrare tutti i tipi di capelli e la gamma di soluzioni che TREsemmé può offrire, ma abbiamo sbagliato.

Il capo esecutivo di Clicks ammette che

Anche se le immagini e i contenuti ci sono stati dati dal nostro fornitore TREsemmé, non siamo assolti dalla colpa.

Un esponente del partito politico panafricano “I Combattenti della Libertà Economica” ha spiegato:

Una pubblicità del genere implica che l’identità nerà è inferiore a quella bianca. Stanno affermando che bisogna aspirare agli standard di bellezza bianca perché i neri rappresentano danno, decadimento e anormalità.

I prodotti TREsemmé sono stati prontamente rimossi dagli scaffali dei negozi e probabilmente ritorneranno in vendita soltanto tra una decina di giorni, quando le acque si saranno calmate.