Quando le tue gambe lunghe diventano da vittime di bullismo il tuo punto di forza

Ci sono record che si raggiungono col talento, altri semplicemente con la bontà di madre natura.
È il caso di queste tre donne che nella loro vita quotidiana devono “fare i conti” con un non comune stacco di coscia.
Immaginate di uscire di casa ed essere fissati da tutti, e magari qualcuno vi scatta foto senza neppure chiedervi il permesso, solo perché avete delle belle gambe più lunghe del “solito”.
 
Al momento il record mondiale per le gambe più lunghe è detenuto dall’ex cestista e modella russa Ekaterina Lisina, alta 2,06 metri.
Ma ci sono altre due donne che aspettano di essere misurate ufficialmente dai responsabili del Guinness dei Primati.
 
Maci Currin, 17 anni, è alta oltre due metri e soltanto le gambe misurano 1,30.
Quando è nata era più bassa della media.
Maci vive a Austin, in Texas. non può indossare i jeans perchè non le stanno e le capita di sbattere la testa sul soffitto dell’aereo quando viaggia.
Essere così alta ha i suoi pro e contro. Immagina di trovarti in mezzo alla folla e di non vedere i tuoi amici. Semplicemente spicco su tutti, non c’è rischio che mi perda.
Quando aveva un anno e mezzo ha cominciato a essere più alta dei coetanei e per cinque anni di fila è cresciuta 13 centimetri ogni 12 mesi.
Per tanto tempo a scuola è stata vittima di bullismo, ma oggi quei commenti non la feriscono più, soprattutto da quando ha capito che il suo sogno è diventare una modella e la sua particolarità non è altro che un punto di forza.
Mi concentro su me stessa, sui miei progetti, Non posso controllare cosa succede fuori, ma posso sempre controllare quello che succede dentro di me.
A Chicago vive un’altra donna “gigante” di oltre due metri. Si chiama Rentsenkhorloo Bud, di origini mongole.
Anche lei ha dovuto affrontare in età adolescenziale le difficoltà legate alle opinioni comuni sui canoni classici di bellezza.
“Ora però adoro indossare shorts e tacchi alti, soprattutto perché fanno sembrare le mie gambe ancora più lunghe”, confessa Ren, orgogliosa del suo aspetto fisico, “Amo la mia unicità, mi sento bellissima. Ho problemi a trovare abiti adatti alla mia altezza, per questo prediligo lo shopping online.”
Secondo uno studio scientifico “Le gambe lunghe sono un segno di salute. Altre ricerche in passato hanno associato le gambe corte a un maggiore rischio cardiovascolare e obesità legata a diabete di tipo 2 in entrambi i sessi. L’apprezzamento delle gambe affusolate sarebbe più accentuato per gli uomini, perché “le donne crescono fino alla pubertà, per cui la lunghezza delle loro gambe è un buon indicatore dello stato di salute e di buona nutrizione nell’età infantile, mentre gli uomini continuano a crescere anche dopo la pubertà”.
Vi racconto la storia dei due vasi cinesi:
“Un’anziana donna aveva due grandi vasi, ciascuno sospeso all’estremità di un palo che lei portava sulle spalle. Uno dei vasi aveva una crepa, mentre l’altro era perfetto, ed era sempre pieno d’acqua alla fine della lunga camminata dal ruscello a casa, mentre quello crepato arrivava mezzo vuoto. Per due anni interi andò avanti così, con la donna che portava a casa solo un vaso e mezzo d’acqua.
Naturalmente, il vaso perfetto era orgoglioso dei propri risultati. Ma il povero vaso crepato era in imbarazzo per via del proprio difetto, ed era avvilito di saper fare solo la metà di ciò per cui era stato fatto. Dopo due anni che si rendeva conto del proprio amaro fallimento, un giorno parlò alla donna lungo il cammino:
Mi vergogno di me stesso, perché questa crepa nel mio fianco fa sì che l’acqua fuoriesca lungo tutta la strada verso la vostra casa.
La vecchia sorrise:
Ti sei accorto che ci sono dei fiori dalla tua parte del sentiero, ma non dalla parte dell’altro vaso? È perché io ho sempre saputo del tuo difetto, perciò ho piantato semi di fiori dal tuo lato del sentiero ed ogni giorno, mentre tornavamo, tu li innaffiavi. Per due anni ho potuto raccogliere quei bei fiori per decorare la tavola. Se tu non fossi stato come sei, non avrei avuto quelle bellezze per ingentilire la casa.”
Leggi anche