USA: Morto di arresto cardiaco per abuso di liquirizia

Photo by Filip Mroz on Unsplash



Massachussets, USA. Un uomo di 54 anni è svenuto mentre pranzava in un fast food.

È stato rianimato, ma il giorno successivo è deceduto in seguito ad un arresto cardiaco.

Il New England Journal of Medicine ha ascritto il caso ad un consumo esagerato di liquirizia: i medici hanno detto che l’uomo ha ingerito

una confezione e mezzo al giorno di liquirizia per qualche settimana.

Photo by City Church Christchurch on Unsplash

Secondo quanto stabilito dai dottori, l’uomo è stato ucciso da un’alimentazione povera di nutrienti accompagnata da un eccesso di glicirrizina, un principio attivo dell’estratto di liquirizia il cui abuso può provocare effetti indesiderati, quali aumento della pressione arteriosa, carenza di potassio e sofferenza muscolare.

La Food and Drug Administration precisa che

il consumo di una quantità superiore ai 57 grammi al giorno è sufficiente a rischiare il ricovero in ospedale.

In commercio esistono soluzioni alternative alla liquirizia, per esempio i prodotti a base di anice oppure le varietà di liquirizia da cui è stata eliminata la glicirrizina.