Vincent Bal, l’ombrologo che trasforma le ombre in scenette

0



Chi non ha mai provato a fare il gioco delle ombre cinesi?

Tutti noi, grandi e piccini, almeno una volta nella vita, siamo stati tentati da una fonte luminosa su un muro e abbiamo provato a riprodurre delle forme con le mani.

Le ombre hanno sempre affascinato l’uomo nel corso dei secoli, ma ce n’è uno, in particolare, che ha trasformato il suo passatempo in un vero e proprio percorso artistico.

Nel 2017, il filmmaker belga Vincent Bal stava scrivendo la sceneggiatura per un film.

Culture Trip NYC | Master the art of Shadowology with Vincent Bal | Culture Trip

Sorseggiava del té e, quando ha poggiato la tazza sulla scrivania, si è accorto che la proiezione della sua ombra rievocava la sagoma di un elefantino.

Così, ha preso un foglio di carta e ha iniziato a tratteggiare delle semplici linee.

Rimasi sorpreso dall’incredibile numero di like e commenti positivi ricevuti dopo aver postato la foto su Instagram e Facebook.

Sull’onda dell’entusiasmo, iniziai a creare altri contenuti simili e ad affinare questa tecnica.

Ed è così che nasce Shadowology (Ombrologia):

Per comprendere la Shadowology, basta pensare a quando riconosciamo una figura particolare nella forma delle nuvole.

Allo stesso modo accade con le ombre degli oggetti.

A volte risulta più facile ed intuitivo, mentre altre è necessaria una buona dose di immaginazione.

Ed è proprio questo elemento che ti permette di guardare il mondo da prospettive diverse.

L’inchiostro interagisce con le ombre e dà vita agli oggetti di uso quotidiano, generando delle scenette stupefacenti.

I suoi “scarabocchi” (come li definisce lui stesso) sono acquistabili su Etsy.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante fragola

Potrebbe essere un'illustrazione raffigurante frutta

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nessuna descrizione della foto disponibile.



0